post

Linea S30 Cadenazzo-Luino-Malpensa NON se ne può più

Sappiamo tutti che stanno eseguendo lavori sulla tratta e un po’ di comprensione e tolleranza per eventuali piccoli ritardi o disguidi c’ê. Ma in questo periodo tra soppressioni e grossi ritardi, veramente non se ne può più. La gente che si organizza a fare auto stop pur avendo pagato il biglietto FFS. Tutto normale?

Quando è bel tempo, per supplire alle coincidenze mal progettate tra Locarno e la S30, mi reco in bicicletta a Quartino e di lì prendo il treno in direzione di Luino.

Giovedì 26 aprile ero a Quartino ad attendere il treno, visto che la stazione è sprovvista di pannelli informativi, guardo sull’App FFS e vedo che il treno da Luino verso Cadenazzo è già arrivato a destinazione, mi dico, bene per una volta nessun ritardo. Ma poi mi viene il dubbio, guardo il treno Cadenazzo-Luino e mi viene indicato un ritardo indeterminato. Quindi l’App sulla tratta inversa aveva dati errati?! L’altoparlante della stazione è muto, mi preoccupo perché so che quando sostituiscono il treno con il Bus, ogni volta il Bus a Quartino fa un giro diverso. Quindi tanto per sapere se devo aspettare cosa e dove. Come scritto, l’altoparlante resta muto. Cerco in stazione se c’è indicato da qualche parte un numero da chiamare, nulla, solo numeri della polizia e per difetti alla biglietteria automatica.
Cerco veloce su Internet, Trovo il numero del Rail Service a 1.19 CHF al minuto!

Chiamo, seleziono l’italiano mi rispondono in tedesco, chiedo se parla l’italiano, mi dice “un pochito” (che facciamo hablamos español?), espongo il problema dicendo in modo concitato e colorito che il servizio su questa linea è veramente pietoso: tut-tut-tut. Mi ha attaccato il telefono! Richiamo questa volta seleziono il tedesco: “tutte le linee sono occupate, consigliamo di chiamare più tardi”. Richiamo, seleziono il francese e finalmente parlo con una signora gentile che ha capito subito il problema, ha preso nota e mi avrebbe richiamato. Nel frattempo guardo nuovamente l’App adesso il treno che viene da Luino lo danno ritardato di circa 30 minuti , dirlo prima no? L’altoparlante della stazione resta sempre muto, il treno per Cadenazzo arriva e la gentile signora di prima mi richiama in quell’istante per indicarmi che sarebbe arrivato e per dirmi che ci sarà un ulteriore ritardo, ma il treno partirà (ma dove arriverà, questo non si sa, la la la la la…).

Fosse finita qui, ma il treno non può ripartire da Cadenazzo perché deve attendere il passaggio di ben tre treni merci, che sono prioritari.
All’altoparlante a bordo del treno annuncia, che ci scusiamo, che il ritardo è dovuto a problemi tecnici nel Gambarogno, in realtà è appena arrivato un treno merci da quella direzione e noi dobbiamo crederci?
Alla fine alle 19:30 (appena è passato il terzo merci) al posto delle 18:07 il treno è partito da Cadenazzo…

Signora FFS, tutto normale? La FFS non era la perla Svizzera della precisione?
Mentre recentemente la sezione della mobilità del cantone si è preoccupato per il progetto pilota delle FFS a riguardo di tre fermate a richiesta, ma signori, guardate che i problemi di questa linea sono di ben altra natura: puntualità, frequenza (almeno negli orari mattutini e serali) e attesa delle coincidenze. Tutti problemi già esposti chiaramente. No le fermate a richiesta solo l’unica cosa che funziona bene, ma solo quando il treno passa! Magari chiedere agli utenti o fare un giro su questa linea potrebbe aiutare… Non trovo corretto che gli utenti paganti debbano subire questi disservizi e informazioni mancate senza neppure aver diritto ad alcuna riduzione.

Io propongo, come già proposi tempo fa, di togliete questo treno e mettere un bel Bus. Durante il periodo del Bus sostitutivo, funzionava meglio (a parte due volte a causa di incidenti stradali), gli orari erano migliori, la frequenza era migliore e sicuramente costava meno.

Si va dicendo che a fine mese di aprile venga ripristinato il servizio completo ed il cantiere sarà terminato, ma guardandosi in giro sulla tratta, tra materiale e cavi tirati volanti a bordo dei binari, come si fa a crederci?

PS: almeno i soldi spesi per la chiamata al servizio Rail Service, a causa della mancata informazione, pretendo che mi vengano rimborsati.

Cordiali Saluti
Stefano Klett (utente regolare della S30)

4 thoughts on “Linea S30 Cadenazzo-Luino-Malpensa NON se ne può più

  1. Risposta FFS del 3 Maggio:
    —-
    Egregio signor Klett,

    la ringraziamo per la sua e-mail del 26 aprile 2018, inviata alla signora Roberta Cattaneo, responsabile FFS Viaggiatori per la regione Sud. Siamo rammaricati per i disagi con i quali si è dovuto confrontare giovedì scorso, per i quali ci scusiamo.

    Prima di entrare nel merito di quanto avvenuto nel caso particolare, ci teniamo a ribadire che ci impegniamo giornalmente per offrire un servizio affidabile e di qualità. Ciononostante non possiamo purtroppo evitare del tutto il verificarsi di eventi imprevisti. Le assicuriamo in ogni caso il nostro deciso impegno affinché queste situazioni possano essere ridotte al minimo.

    Giovedì scorso un guasto all’apparecchio centrale ha causato dei ritardi sulla linea del Gambarogno, coinvolgendo sia treni viaggiatori che treni merci. Più precisamente vi erano delle perturbazioni all’isolazione di uno scambio a San Nazzaro e di un blocco tra Ranzo e San Nazzaro. Queste sono state risolte alle ore 18:40, dopo il passaggio come corsa a vista di un treno merci. L’annuncio secondo cui la causa dei ritardi era dovuta ad una perturbazione nel Gambarogno era dunque corretta. È inoltre vero che il treno 25343 non è potuto partire subito da Cadenazzo, in quanto ha dovuto attendere che partisse prima da Pino-Tronzano un treno merci, così da permettere tra l’altro anche la risoluzione definitiva della perturbazione. Altre soluzioni non erano possibili, come per esempio un incrocio a Magadino, in quanto vi stazionava già un altro treno merci. La gestione del traffico ferroviario, in particolare quando si presentano eventi di questo tipo, è particolarmente complessa. I dirigenti del traffico ferroviario devono in questi casi prendere in considerazione molteplici aspetti e valutare le conseguenze di ogni singola decisione sull’intera tratta. Lo scopo è quello di limitare il più possibile i ritardi e i disagi. A volte questo può voler dire anche far circolare prima un treno merci, così da evitare altre limitazioni alla capacità dell’infrastruttura ferroviaria.

    Per quanto concerne la sua telefonata al nostro servizio Rail Service, ci scusiamo per l’accaduto. A questo numero possono rivolgersi clienti che parlano diverse lingue; tuttavia, non tutti i collaboratori del nostro call center parlano perfettamente tutte le lingue nazionali. Per questo motivo, quando un collaboratore che parla italiano è occupato con un’altra chiamata, le chiamate vengono automaticamente inoltrate al prossimo collaboratore libero per evitare il prolungarsi dell’attesa. Se quest’ultimo non conosce la lingua in modo sufficiente per rispondere alle richieste del cliente, cerca un collaboratore libero oppure propone di regola al cliente di essere richiamato più tardi da un collaboratore che parla italiano. Volentieri le rimborsiamo i soldi spesi per la chiamata. Per poterlo fare, la invitiamo per favore a comunicarci il numero di telefono che ha utilizzato per la telefonata, così da verificarne la durata e il costo.

    Approfittiamo dell’occasione per informarla che dal 1° maggio 2018 vi sono delle interessanti novità riguardo il nostro servizio Rail Service. Siamo infatti ora raggiungibili ad un nuovo numero e ad una nuova tariffa, molto più conveniente rispetto al passato: 0848 44 66 88 (CHF 0.08/min.).

    Le possiamo infine confermare che dal 28 aprile la linea è stata riaperta al 100% della propria capacità e tutti i treni viaggiano regolarmente.

    Cordiali saluti

    Dialogo clienti FFS

  2. Mia risposta del 3 Maggio 2018:
    —–
    Buongiorno Signor Gx,

    la ringrazio per la dettagliata risposta, sono certo che lavoriate quotidianamente per migliorare il servizio.
    Devo però rimarcare che:
    nel suo scritto non c’è nulla in merito alla mancata informazione presso la stazione di Quartino. Presso tale stazione non c’è nessuna possibilità di sapere quando arriverà il treno e gli altoparlanti, come indicato nella mia lettera, non hanno annunciato un bel nulla. Magari mettere da qualche parte un numero di telefono per avere le informazioni?
    malgrado i vostri sforzi, durante questo periodo i ritardi e soppressioni sono veramente in crescita.
    Trovo veramente una mancanza, che le FFS si limitino a chiedere scusa, mentre il prezzo dei biglietti e abbonamenti resta invariato. Stiamo parlando di un ritardo di 1 ora e mezza e di su pressioni di treni.
    Il mio numero di cellulare: 076 6xx x1 1x

    cordiali saluti

  3. Risposta FFS del 8 Maggio 2018:
    ————————
    Buongiorno signor Klett,

    la ringrazio per la sua risposta e mi scuso di non aver accennato alla questione dell’informazione presso Quartino in questa circostanza. Dalle verifiche effettuate, ci risulta che a Quartino siano stati fatti i seguenti annunci, che riporto in breve:

    18:06 – S30 per Malpensa e ferma a Cadenazzo;
    18:11 – S30 ancora ferma a Cadenazzo;
    18:24 – L’annuncio che la S30 per Malpensa può proseguire il viaggio.

    In effetti non sono state date informazioni più dettagliate riguardo l’entità del ritardo. Questo tuttavia in quanto non erano al momento prevedibili. Posso presumere che, se a Quartino non sono stati uditi annunci, questo sia dovuto ad un problema tecnico agli altoparlanti. Chiederò ai servizi tecnici di verificare in loco appena possibile. In ogni caso, il tema dell’informazione alla clientela è oggetto della nostra costante attenzione. Si tratta di un aspetto dove abbiamo certamente margini di miglioramento.

    Per quanto riguarda i rimborsi ci muoviamo di principio nell’ambito di quanto previsto dal contratto di trasporto in base alla relativa Legge federale. Non sono previsti rimborsi o indennità in caso di ritardi, a meno che non si tratti dell’ultima coincidenza della giornata.

    Lei è un nostro fedele cliente e la sua soddisfazione è per noi molto importante. Per questo motivo, desidero in questa particolare circostanza offrirle quale gesto d’attenzione un omaggio speciale. Lo potrà scegliere sul nostro sito http://www.ffs.ch/buonviaggio, inserendo il seguente codice personale «3xxxxx9». Il regalo scelto le verrà inviato direttamente a casa.

    Cordiali saluti

    Andrea Graziani
    Dialogo clienti FFS
    ——————————————————
    FFS SA
    Divisione Viaggiatori, Dialogo clienti,
    Casella postale, 3000 Berna 65, Svizzera
    Telefono 051 225 78 64
    dialogoclienti@ffs.ch, ffs.ch
    ——————————————————-

  4. Mia risposta del 8 Maggio 2018
    ———–
    Buongiorno,
    la ringrazio per la risposta e per il gesto, dimostra che avete a cuore il servizio erogato dalla vostra azienda.

    Ci tengo a puntualizzare che i messaggi che mi avete inviato non coincidono con la realtà del giorno (26.04) in questione, in quanto:
    18:00 circa sono arrivato a Quartino
    18:31 è arrivato a Quartino il treno da Luino

    Quindi gli orari che avete indicato sono sicuramente errati perché il treno non era ancora a Cadenazzo.
    E comunque per la mezzora che ero a Quartino gli altoparlanti sono restati assolutamente muti.

    Ringrazio per il vostro impegno
    cordiali saluti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *